Obblighi internazionali di scambio di informazioni offrono spunti interessanti per le autorità fiscali

Molti stati hanno un accordo sullo scambio automatico di informazioni relativo ai conti bancari. Per i contribuenti infedeli diventa significativamente più difficile nascondere le loro fonti di reddito.

Finora, le richieste internazionali di informazioni da parte delle autorità fiscali estere sono state lunghe e complicate a causa del segreto bancario. In futuro le istituzioni finanziarie sono obblighiate di raccogliere i dati di tutti i loro clienti non residenti nel territorio nazionale una volta all'anno e trasmetterli alle autorità fiscali nazionali. In seguito gli istituti finanziari austriaci devono comunicare i dati bancari dell'anno solare precedente all'amministrazione finanziaria competente entro il 30 giugno. L'Austria riceverà già nel 2017 i dati bancari del 2016.

Termini transitori per conti

Le autorità fiscali trasmettono i dati alle amministrazioni finanziarie dei paesi di provenienza dei contribuenti. Comunicati vengono fra l'altro nome, indirizzo, numero del conto corrente, saldi dei conti di deposito, redditi da capitale (per esempio interessi, dividendi e altri redditi) nonché ricavi da operazioni finanziarie, fiduciarie e fondazioni. Per quanto riguarda i tempi del primo obbligo di comunicazione è necessario distinguere tra i conti esistenti e quelli nuovi. Per nuovi clienti (apertura dall'1 ottobre 2016) la banca è obbligata trasmettere alle autorità finanziarie austriache una comunicazione dei dati bancari rilevanti entro il 30 giugno 2017. Per quanto concerne la prima comunicazione obbligatoria dei dati dei conti (apertura fino il 30 giugno 2016) fino il 2019 sono previsti vari termini transitori legati al valore del conto rispettivo nonché del suo intestatario (persona fisica o giuridica).

Divulgazione nel corso di un'autodenuncia?

Dovrebbero quindi esistere conti bancari presso istituti finanziari esteri ed a seguito è stato "dimenticato" alla tassazione dei redditi da essi risultanti, si può prendere prende in considerazione in Austria dell’istituto dell’autodenuncia per evitare le sanzioni.

Tuttavia si dovrà prendere nota che l'effetto della non punibilità avviene soltanto se l'evasione non sia stata ancora scoperta e non ci siano delle indagini in corso. Perciò, per quanto riguarda la comunicazione dei dati bancari del 2017 viene consigliato un'azione rapida. Se avete delle domande siamo a Vostra cortese disposizione.


Copyright 2017 © Contax WirtschaftstreuhandgmbH - riproduzione riservata
 
compilato il 13.3.2017
Share
 

Altre news di CONTAX

L’EURO ritenuta scade alla fine del 2016

La legge austriaca sull’EURO ritenuta cessa di avere effetto dopo il 31 dicembre 2016. A partire dal 1 gennaio 2017 l’EURO ritenuta non verrà più trattenuta.

Interessi ...