Transfer price: obbligo di trasmissione del Master file local file e Country by country report

Per la capogruppo di una multinazionale operante dall’Austria per la prima volta dal 2017 si ha l’obbligo per gli esercizi che hanno inizio dopo l’1 gennaio 2016 di produrre entro dodici mesi dalla chiusura dell’esercizio (entro la fine del 2017) e trasmettere all’amministrazione finanziaria locale il Country by country report (CbCR). L’obbligo c’è se il fatturato consolidato supera l’ammontare complessivo di Euro 750 milioni. La mancata presentazione del CbCR comporta una sanzione rispettivamente fino ad Euro 25.000,00 oppure Euro 50.000,00, a seconda se ci sia colpa o dolo.

La società figlia ovvero la stabile organizzazione riconducibile a un gruppo multinazionale devono trasmettere all’amministrazione finanziaria locale il Master file e il Local file, se con l’unità aziendale in Austria generano ricavi superiori ad Euro 50 milioni. Questa reportistica a seguito della presentazione delle dichiarazioni dei redditi deve essere inviata all’amministrazione finanziaria locale entro 30 giorni dalla richiesta di quest’ultima.

Per tutte quelle società figlie ovvero le stabili organizzazioni riconducibili a un gruppo multinazionale, che generano ricavi inferiori ad Euro 50 milioni, queste devono trasmettere all’amministrazione finanziaria locale il Master file se richiesto da altre amministrazioni finanziarie al di fuori del territorio austriaco. Per il CbCR vi è un obbligo di comunicazione del soggetto all’interno del gruppo che lo compila per quelle multinazionali il cui fatturato consolidato supera l’ammontare complessivo di Euro 750 milioni.


Copyright 2017 © Contax WirtschaftstreuhandgmbH - riproduzione riservata
 
compilato il 27.1.2017
Share
 

Altre news di CONTAX

L’EURO ritenuta scade alla fine del 2016

La legge austriaca sull’EURO ritenuta cessa di avere effetto dopo il 31 dicembre 2016. A partire dal 1 gennaio 2017 l’EURO ritenuta non verrà più trattenuta.

Interessi ...