Vantaggi fiscali per imprenditori ancora entro l’anno 2017

Non bisogna lasciarsi sfuggire i vantaggi fiscali godibili entro la fine del 2017. Entro il 31.12.2017 si dovrebbero esaminare tutte le possibilità di ottimizzare il risultato fiscale. Oltre alla quota utile esente da tassazione per il 2017, alla richiesta di rimborso dell’imposta sull’energia e al bonus sull’occupazione, i seguenti vantaggi possono essere ancora conseguiti.

Investimenti e disposizioni prima della fine dell’anno
  • Se i beni ammortizzabili acquistati nell’anno sono entrati in funzione entro il 31 dicembre 2017, spetta l’ammortamento annuale ridotto al 50% per la determinazione dell’utile 2017. Lo stesso vale se il pagamento è seguito solo nell’anno successivo.
  • Per coloro che determinano il reddito per competenza possono anticipare spese e posticipare ricavi. Los tesso vale per coloro che determinano il reddito per cassa possono anche eseguire un’ottimazione attraverso l’anticipazione delle spese e il rinvio dei ricavi. Bisogna precisare che le ricavi e le spese periodicamente ripetitive, pagate quindici giorni prima o dopo la fine dell’anno, sono da imputare all’anno al quale competono.
Liberalità da aziende

Le liberalità provenienti da aziende a favore di certe istituzioni beneficiari sono fiscalmente deducibili fino a un massimo del 10% del profitto generato nell’anno (prima della quota utile esente da tassazione) dell’esercizio in corso. Al fine di poter dedurre le liberalità ancora quest’anno, bisogna effettuare il pagamento entro il 31 dicembre 2017. Le elargizioni di denaro e i doni in natura che si riferiscono agli aiuti in caso di catastrofi (soprattutto i danni provocati da esondazioni, frane e valanghe) possono essere dedotti, senza limite d’importo, come spese correnti se hanno carattere pubblicitario.

Premio per la ricerca

Al momento si ha la possibilità di richiedere un premio fiscale paria al 12% dei costi sostenuti per ricerca. L’agevolazione è un ricavo esente da tassazione. Tuttavia, per far valere le spese di questo tipo bisogna presentare un rapporto annuo dell’Agenzia per la promozione della ricerca (FFG). Spese di ricerca date in outsourcing il premio può essere richiesto solamente per le spese fino a Euro 1 milione per anno. A partire dal 2018 il premio ammonterà al 14% - per questo si potrebbe esaminare l’opportunità di rinviare i costi dedicati alla ricerca al prossimo anno.

Copertura dei titoli per il fondo di pensione

Alla fine di ogni esercizio ci devono essere presenti i titoli per un importo un importo nominale pari al 50% del fondo di pensione, che è stato fiscalmente indicato alla fine dell’esercizio precedente.
Nel caso in cui la copertura dei titoli si riduce a meno del 50% dell’accantonamento, anche se soltanto temporaneamente, si deve come l’utile d’esercizio deve essere aumentato del 30% dello scoperto dei titoli.

Restituzione dei contributi di assicurazione contro le malattie, contro la disoccupazione e di pensione


Chi ha corrisposto contributi per l’assicurazione sanitaria e per la disoccupazione troppo alti in presenza di più rapporti dipendenti (per esempio in presenza di due rapporti di lavoro dipendente contemporaneamente o di attività non autonome e autonome contemporanee) nel 2014, può ottenere un rimborso attraverso una domanda entro il 31 dicembre 2017. La domanda di rimborso contributi di pensione troppo elevati non è vincolata al rispetto di un termine e avviene automaticamente nel momento dell’ammissione alla pensione. Tuttavia, la restituzione è soggetta a tassazione.

Copyright 2017 © Contax WirtschaftstreuhandgmbH - riproduzione riservata
 
compilato il 4.12.2017
Share